Commenti

Il corretto follow-up della disciplina positiva

Il corretto follow-up della disciplina positiva

Quattro passaggi per tracciare efficacemente la disciplina positiva

  1. Ne ho uno discussione amichevole in cui ognuno esprime i propri sentimenti e pensieri su un particolare problema.
  2. Fai l'esercizio di il brainstorming ( "il brainstorming") per ottenere possibili soluzioni e sceglierne una in cui tu e tuo figlio siete d'accordo.
  3. Concordo con il bambino mettendo a orario specifico.
  4. Spiega al bambino cosa comporta l'accordo specifico sul tempo, che tale accordo o trattamento richiede di fare qualcosa in un tempo limitato. Si suggerisce di dare seguito prima della scadenza dell'accordo.

Quattro ostacoli che mettono in discussione l'efficacia del follow-up

  1. Volere che i bambini abbiano le stesse priorità degli adulti.
  2. Essere pregiudicato dalle critiche invece di stabilire la questione.
  3. Non fissare accordi in anticipo: non fissare una scadenza.
  4. Non mantenere la dignità o il rispetto per tuo figlio o per te stesso.

Seguire richiede meno energia, è molto più divertente e produttivo di rimproverare o punire. Il follow-up è un modo rispettoso per aiutare i bambini a vivere correttamente secondo le aspettative degli adulti e le loro priorità. Dobbiamo riconoscere che i bambini hanno le loro priorità, ma seguire o fare alcune delle nostre ci rende felici.

Il follow-up rende i genitori proattivi e premurosi piuttosto che reattivi e sconsiderati.

Il seguito consente ai bambini di collaborare e dare contributi alla famiglia attraverso il rispetto che hanno imparato. Questo è un metodo eccellente per esprimere l'autorità o dare il permesso.

I bambini che imparano le abilità della vita devono sentirsi bene con se stessi e diventeranno membri della società che contribuiscono.

contenuto

  • 1 Mantenere le routine
  • 2 Sapere chi sono
  • 3 Sai come i bambini possono affrontare la pressione dei pari?
  • 4 Abbi fede
  • 5 Smetti di fare qualcosa in un tempo limitato o isolati
  • 6 Errori frequenti nella disciplina positiva
  • 7 Applicare il recupero "R"
  • 8 Agisci di più e parla di meno
  • 9 Decidi cosa puoi fare
  • 10 Metti i bambini nella stessa barca
  • 11 Lascia che i bambini gestiscano da soli
  • 12 Due lingue
  • 13 Le promesse
  • 14 Fai arrivare il messaggio d'amore
  • 15 Tempo speciale per stare insieme
  • 16 Incoraggiamento contro lode e ricompensa

Mantieni routine

I bambini hanno bisogno della routine. Alcuni genitori pensano che la ratina distrugga la spontaneità. In effetti, quando la famiglia ha una certa routine, i membri di solito hanno molta spontaneità e creatività. Senza routine molte famiglie sperimentano il caos invece della spontaneità.

Una volta stabilito un topo solido, la famiglia avrà l'opportunità di pianificare altre attività per il loro tempo libero.

I bambini apprezzano la routine e rispondono favorevolmente, poiché si sentono più a loro agio con il topo: una volta che la routine prende posto, prevale e i genitori non devono continuare a dare ordini.

Imposta il mouse e scegli un momento in cui rilassare tutta la famiglia. Questo può essere discusso durante il ricongiungimento familiare, ma è importante che tutti i membri della famiglia siano coinvolti nella routine. È possibile utilizzare l'orologio per impostare la routine. Ricorda di focalizzare un problema alla volta e impostare un limite di tempo per eseguire la routine. Stabilire il mouse previene disaccordi come andare a dormire, tempo di alzarsi, ora dei pasti, tempo di fare i compiti, tempo di fare le faccende domestiche, lavarsi i denti e tempo di fare shopping

La routine aiuta a declinare la lotta per il potere. I vantaggi a lungo termine della realizzazione del mouse sono la sicurezza, l'atmosfera calma, la sicurezza e le capacità di vita per i tuoi bambini. I bambini imparano a essere responsabili del loro comportamento, a essere capaci e a cooperare maggiormente con la famiglia.

Sai chi sono

Sai dov'è tuo figlio? Come ti senti quando leggi questa domanda: pensi di essere un cattivo padre? Questa frase ti fa pensare di poter fare un lavoro migliore nel crescere tuo figlio? Pensi che dovresti unirti ai genitori che puniscono, a cui piace togliere i privilegi ai loro figli, che danno loro una sedia o dicono loro come dovrebbero comportarsi e ti vergogni di registrare la tua stanza? Pensi che dovresti essere responsabile della vita di tuo figlio come: scegliere gli amici, essere consapevole del tuo lavoro scolastico e influenzare la scelta di una carriera? Come possiamo insegnare ai nostri figli ad imparare a farsi carico della propria vita con affidabilità e responsabilità quando si assumono tutti gli obblighi, privandoli dell'opportunità di credere in se stessi e di sviluppare le abilità della vita?

Ora, è meglio che veda una domanda che dice: conosci tuo figlio? Sai come pensa tuo figlio? Sai cosa vuole tuo figlio dalla vita? Quali sono i tuoi valori, speranze e sogni, non i tuoi ma quelli di tuo figlio? Sei mai entrato nel mondo di tuo figlio e hai cercato di rispettare e comprendere il suo punto di vista? Sei curioso di sapere chi è tuo figlio o sei troppo occupato per cercare di modellarlo e adattarlo ai tuoi valori, speranze e sogni?

Un'altra domanda a cui è necessario rispondere è: hai fiducia in tuo figlio? Pensi che tuo figlio sia un magnifico essere umano che ha il potenziale per imparare e crescere in questa vita di sfide? Quando hai fiducia in tuo figlio, è più facile smetti di controllarlo e punirlo. Quindi iniziare a utilizzare i metodi di supporto, dare un trattamento rispettoso che insegnare le abilità di vita di cui hanno bisogno quando gli adulti non li accompagnano.

Sai come i bambini possono affrontare la pressione dei pari?

Gli adulti hanno inventato molti programmi educativi per affrontare la pressione dei pari. Questi programmi insegnano ai bambini come dire di no quando i loro amici cercano di convincerli a provare, ad esempio, droghe e alcol. Siamo sorpresi se gli adulti non parlano mai con gli adolescenti. Forse avrai notato che parlare con ... non è come parlare con ... Quando parliamo con i bambini, li ascoltiamo e prendiamo sul serio quello che ci dicono perché vogliamo davvero sapere cosa pensano e come si sentono. Ne è un esempio il dialogo tra Maria e sua madre che segue:

La madre di Maria chiede a sua figlia di 16 anni cosa pensa del programma "Di 'no ai farmaci".

Maria: Penso che sia stupido.
madre: Cosa intendi con questo?
Maria: Lo prendiamo in giro molto. I miei amici non provano mai a parlarmi dell'uso di droghe e alcol. Sono contenti che dico che non voglio che siano pagati in eccesso per loro.
madre: Quindi non pensi che esista una pressione tra pari?
Maria: In un certo senso esiste, ma non provano a dirmi cosa devo fare. Ciò che può farmi interessare all'uso di droghe è quando dicono quanto si sentono bene nell'usarlo. Dicono: "Il crack mi fa stare bene e puoi stare sveglio tutta la notte, parlare e goderti una festa senza sentirti stanco". Dicono anche di fare bevande alcoliche che è davvero divertente essere ubriachi. Ho pensato di usarli per vedere se sono davvero buoni come dicono.
madre: Allora perché non hai puzzato?
Maria: Non vorrei pensare a quello che gli altri possono dire di me. Non voglio fare il tossicodipendente, oltre a ciò, ho visto come vanno le persone che fanno uso di droghe. Sono totalmente persi. Non voglio correre il rischio che ciò accada a me.
madre: Allora hai pensato a te stesso.
Maria: Sì ...
madre: Sono contento che tu sappia cosa vuoi e che hai abbastanza coraggio per mantenere la tua posizione quando alcuni dei tuoi amici pensano il contrario di te.

Maria sta imparando a pensare, non a cosa pensare. Sua madre la stimola nel processo ponendole domande e ascoltandola. A volte sua madre le dà alcune informazioni che Mary è ansiosa di prendere in considerazione perché non le dà sotto forma di una sedia e ha molta fiducia in lei. Maria sente che la fiducia di sua madre e l'amore incondizionato le danno fiducia in se stessa per continuare a imparare e pensare a se stessa.

Abbi fede

Avere fiducia nei bambini non significa che possano fare tutto nel modo giusto. mezzi accetta il bambino così com'è. che il più delle volte possono agire secondo i loro anni, il che significa che non lavano sempre i piatti o falciano il prato. Con fede nei nostri figli e in noi stessi possiamo imparare dagli errori.

Avere fiducia nei nostri figli non significa che siano pronti a fare tutto da soli. Hanno ancora bisogno di amore, sostegno e aiuto per apprendere le abilità della vita. Quando hai fede non hai bisogno di controllare e punire. Questo ci dà la pazienza di insegnare loro usando metodi di allenamento, come: risolvere problemi, follow-up, riunioni di famiglia, porre domande Di cosa? Come? Perché? Aiuta il bambino ad imparare dai propri errori. Avere fede significa tenere d'occhio la prospettiva a lungo termine e imparare a sapere chi è tuo figlio adesso.

Smetti di fare qualcosa in un tempo limitato o isolati

Il modo più comune di disciplinare i bambini oggi è privarli di fare qualcosa o di isolarli.. Questo aiuta a stimolare il bambino e fare esperienze di allenamento invece di punirlo o umiliarlo. il "time out" È stimolante quando lo scopo è quello di dare al bambino l'opportunità di prendere un breve periodo di riflessione e poi ricominciare non appena è pronto a cambiare il suo comportamento. Il timeout prevede un periodo di raffreddamento. Alcuni genitori dicono ai loro figli: "Vai nella tua stanza e pensa a quello che hai fatto". I genitori che lo fanno si sentono in colpa, si vergognano e soffrono. A questi genitori deve essere detto che isolare o permettere al bambino di smettere di fare qualcosa non è abbastanza, dobbiamo spiegare che tutti abbiamo bisogno di tempo per uscire perché possiamo avere comportamenti inappropriati e commettere errori. Puoi dire al bambino: "il tuo comportamento è inappropriato"e chiediglielo"Puoi andare in camera tua?"E digli che quando si sente meglio e può essere pronto a cambiare il suo comportamento, può venire.

Errori frequenti nella disciplina positiva

Cosa hai imparato da bambino sugli errori?

  1. Gli errori sono cattivi.
  2. Non devi fare errori.
  3. Sei stupido, cattivo, inadeguato e fallito se commetti errori.
  4. Se commetti errori, non far capire alla gente

Gli errori dovrebbero essere visti come opportunità di apprendimento anziché qualcosa di inappropriato. Insegna ai bambini che fare errori è un'opportunità per valutare l'aiuto degli altri. Questo li incoraggia ad assumersi la responsabilità di ciò che fanno.

Applicare il recupero "R"

Chiunque ammette un errore, ma questo non è dimostrato fino a quando la persona non si scusa. Se il bambino vuole riconciliarsi per quello che ha fatto, le tre "R" del recupero possono aiutare. Questi sono:

  1. Riconosci l'errore con un senso di responsabilità anziché colpa
  2. comporre - Scusarsi con la persona che ha ferito o offeso.
  3. Risolvi il problema quando possibile, lavorare insieme per risolverlo.

Agisci di più e parla di meno

Cerca di agire invece di parlare. Invece di dire a tuo figlio di essere tranquillo e silenzioso, cerca di stare zitto per vedere se il bambino presta attenzione. Se stai combattendo con un giocattolo, toglilo e mettilo in un posto dove non puoi raggiungerlo. Non abbiamo bisogno di dire una parola, capirà che quando finirà di combattere avrà di nuovo il giocattolo.

Decidi cosa puoi fare

Devi imparare che l'unico comportamento che puoi controllare è tuo. Decidi cosa puoi fare invece di provare a controllare gli altri. Forse puoi fare in modo che i tuoi figli agiscano rispettosamente con te, ma non puoi farli sentire rispettati. Molti genitori sono molto impegnati a cercare di controllare i propri figli invece di essere impegnati a imparare a controllarsi.

Cerca di stabilire un accordo con tuo figlio in base a ciò che sei disposto a fare. Puoi dirgli che è disposto ad aiutarti con i tuoi compiti ogni sera, dalle 19:00 alle 21:00. Se desidera il tuo aiuto, digli che è disponibile all'orario indicato, se prova in un altro momento non stabilito, digli che non sarà disponibile fino alle 19:00 del giorno successivo. Un altro esempio. "Rifiutarsi di guidare quando i bambini fanno molto rumore in macchina invece di fermarsi e aspettare che si calmino. Puoi anche negare loro un'anteprima dell'indennità del mese prossimo. Puoi anche ignorarli quando entrano e escono dall'auto. un quarto a pisolino e interrompono il suo lavoro.

Metti i bambini nella stessa barca

Spesso gli adulti hanno l'abitudine di richiamare l'attenzione su un bambino invece di richiamare l'attenzione su tutti i membri della famiglia. Questo non è molto conveniente da fare, poiché promuove quello che mette un sigillo su uno in un modo specifico e promuove le rivalità tra fratelli. Se i bambini lottano per il sedile anteriore dell'auto, digli: "Nessuno siederà davanti se non troviamo un'alternativa in modo che tutti abbiano il diritto di sedersi". Se metti i bambini nella stessa barca, aiuta a gestire i pettegolezzi tra loro. I tuoi figli possono rispondere che non è giusto, possono dire: "Non ho fatto nulla di male, mamma, colui che l'ha fatto è stato Carlos, non lo so." Quindi, rispondi: "Non sono interessato a chi l'ha fatto o di chi è la colpa, solo per trovare la soluzione al problema. Ne parleremo alla riunione di famiglia".

Lascia che i bambini riescano da soli

Se gli adulti riescono a risolvere un conflitto tra bambini, può essere preso in una situazione spiacevole. I bambini hanno un modo di lavorare e possono essere efficienti ed efficaci.. Pensa in un momento che i genitori discutono di una situazione e che i bambini sono pronti a giocare felicemente. Dai una possibilità al bambino. Esempio: condividendo il gioco Nintendo, il padre può dire: "Porto via il gioco fino a quando non trovi un modo per condividerlo senza dover combattere". I bambini sono d'accordo e decidono di lavorarci sopra. Uno lo userà lunedì e mercoledì e l'altro lo userà martedì e giovedì e venerdì, entrambi potranno usarlo. In questo modo prendono accordi tra loro.

Due lingue

Se vuoi capire le persone, presta attenzione a ciò che fanno e non a quello che dicono. Guarda la tua lingua. Forse dicono una sola parola con la bocca e con i piedi ne dicono un'altra: le persone trasmettono buone intenzioni con le loro parole, ma le loro azioni ci dicono la verità su ciò che vogliono. Funziona in due modi. È importante che i genitori siano coerenti con i loro figli, che le loro parole vadano di pari passo con le loro azioni. Questo aiuta i bambini a credere di più nei genitori perché prestano più attenzione a ciò che fanno che a ciò che dicono. Molti genitori non possono credere nei bambini. Alfred Adler dice: "Guarda i movimenti, non le parole". Stai andando verso una comunicazione più sana quando le tue parole e azioni sono congruenti.

Promesse

Non fare promesse che non manterrai. Invece di dirgli "domani posso portarti a fare shopping", meglio aspettare di essere pronti ad andare, poi dillo al bambino. È tempo di andare a fare shopping, vuoi venire con me? Promettere qualcosa a un bambino e poi dimenticare è un modo per scoraggiarlo. Invece di fare la promessa, dillo al bambino che non è ancora pronto a prendere un impegno. Può dire al bambino di non fare molte promesse, che non le accetta "Dimostrami che sei pronto a mantenere la promessa e quindi sarò pronto per noi a farlo insieme".

Credenze che supportano il comportamento

Dietro ogni comportamento c'è una credenza, ma solo il comportamento è affrontato. Per te è più efficace conoscere convinzioni e comportamenti. Un esempio di questa situazione è il seguente:

Una madre è incinta Va in ospedale per partorire e portare a casa il bambino. Ha un bambino di quattro anni. Analizziamo ciò che questo bambino pensa esiste tra la madre e il bambino. Come interpreti questa relazione?

Può pensare - "La mamma ama il bambino più di me"Che cosa cerca di fare il bambino per attirare l'attenzione o l'amore di sua madre? Il bambino cambia comportamento e si comporta come un bambino. Urla, chiede una bottiglia o sporca i pantaloni per attirare l'attenzione di sua madre. Il nostro comportamento è basato sulle nostre credenze Il comportamento e le credenze sono direttamente correlati agli obiettivi principali delle persone e la sensazione di appartenere è molto importante. Vogliamo tutti sentire che apparteniamo e che siamo importanti. Siamo partecipanti attivi nel processo di decisione su noi stessi, gli altri e la vita; e il nostro comportamento si basa sulle nostre decisioni. Comprendere il processo decisionale e come i tuoi figli creano le loro convinzioni è il primo passo per comprendere il loro comportamento. Con questa conoscenza e comprensione puoi stimolare i tuoi figli offrendo loro l'opportunità di cambiare le loro convinzioni e comportamenti malsani. Cerchiamo di trovare e sentirci importanti eseguendo comportamenti negativi. ci quattro obiettivi sbagliati che portano a comportamenti negativi:

  1. Attira l'attenzione
  2. potere
  3. vendetta
  4. Rinunciare o assumere comportamenti di disabilità

Chiamiamo queste ragioni nascoste per fare ciò che facciamo perché non ne siamo consapevoli. È importante comprendere le credenze nascoste dietro il comportamento dei tuoi figli. Quindi sarai pronto a pensare a come stimolarli quando eseguono comportamenti negativi e si sentono scoraggiati.

Fai arrivare il messaggio d'amore

Far arrivare il messaggio d'amore a tuo figlio è un grande dono che stai offrendo. Formano l'opinione su se stessi attraverso le percezioni che mostrano loro cosa provano per loro. Quando si sentono amati, appartengono, sono importanti, hanno una solida base su cui costruire per il loro potenziale sviluppo.. La tua influenza positiva arriva quando arriva il messaggio d'amore.

Onestà emotiva - Significa che dimostra ciò che è, il modo in cui pensa, ciò che sente e ciò che viene comunicato agli altri. Una volta accettato, questo può aiutare i tuoi figli a raggiungere la stessa sicurezza emotiva che hai.

I sentimenti ci danno informazioni preziose, è come quando si accendono le spie dell'auto, prestiamo attenzione e sappiamo che qualcosa sta accadendo all'auto. Dobbiamo cercare di risolvere il problema. Se ci sentiamo soli e depressi e ascoltiamo la voce interiore, possiamo canalizzare meglio i nostri sentimenti. Ad alcune persone non piace pensare ai propri sentimenti perché non credono nel modo in cui si sentono e credono anche di non poter fare nulla per questo. Non appena accettiamo la sensazione senza giudicarla, si può fare qualcosa per essa. Quando tuo figlio prova coraggio o risentimento, lo esprime. Durante l'ascolto, cerca di spiegare che non c'è nulla di sbagliato nel provare questi sentimenti. I sentimenti sono diversi dai pensieri. I sentimenti descrivono che qualcosa sta accadendo all'interno di uno. Quando impari a diffondere questi sentimenti, ottieni preziose informazioni su di te. I sentimenti non sono buoni o cattivi, propri o inappropriati, logici o illogici. Sono solo sentimenti. Di solito sono descritti con una sola parola: felice, ferito, comodo, affamato, assonnato, triste, irritato, gioioso, infelice e incapace. La cosa più importante è che devi prestare attenzione ai sentimenti, dare loro un nome e dire agli altri come ti senti.

Tempo speciale per stare insieme

I bambini hanno bisogno di tempo per stare da soli con i genitori. Quando sono piccoli ne hanno più bisogno. Già quando diventano grandi questo momento speciale diventa un topo. Pianifica attività per stare con tuo figlio e goderti un momento speciale.

Gioca con il tuo bambino spontaneamente: sul pavimento, nel parco, cucina insieme o fai altri compiti. L'importante è prendere tempo per condividere e divertirsi. Costruisci ricordi piacevoli divertendoti con tuo figlio invece di incoraggiare situazioni serie. Il divertimento in famiglia non deve richiedere molto tempo o costare molti soldi. Quando si divertono insieme molti problemi scompaiono, i bambini provano il piacere della pienezza condividendo con i loro genitori.

Stimolo contro lode e ricompensa

Rudolph Dreikurs, psicologo adleriano, autore del libro "Chitaren: The Challenge", afferma: "I bambini hanno bisogno di incoraggiamento poiché le piante hanno bisogno di acqua"Lo stimolo dimostra il tipo di amore che viene trasmesso ai bambini che li rende abbastanza buoni nel modo in cui sono. Lo stimolo insegna loro che ciò che fanno è separato da quello che sono. Lo stimolo fa sapere ai bambini che sono apprezzati per essere fuori dai pregiudizi.. Attraverso la stimolazione insegniamo ai bambini che gli errori sono semplicemente opportunità di apprendimento e crescita invece di qualcosa che li mette in imbarazzo.

C'è una differenza tra lode e incoraggiamento. È facile lodare o premiare il bambino che si comporta bene, ma; Cosa diciamo al bambino che non agisce correttamente, che ha un comportamento negativo e che non si sente bene con se stesso? Questi bambini hanno bisogno di più incoraggiamento di altri.

Lode e premi insegnano ai bambini a dipendere dall'essere giudicati per gli altri invece di fidarsi della propria saggezza e valutazione. "Starò bene solo se qualcuno me lo dice." Questo impedisce loro di fare errori invece di imparare dai propri errori. Esempi di come stimolare sono i seguenti:

"Come ti senti su _____?"
"Che cosa è successo? Hai idea del perché sia ​​successo?"
"Vorresti un aiuto per quello che stai facendo?"
"Ehi, tutti hanno la loro brutta giornata. Ci è successa la stessa cosa tante volte."

I membri della famiglia possono scrivere l'un l'altro note di stimolo. A lungo termine lo stimolo creerà un clima positivo in famiglia.

Insegna ai tuoi figli a fare complimenti. Chiedi loro cosa ne pensano dei complimenti ricevuti.

I bambini pensano che non sentirsi a proprio agio o dover fare un complimento sia sciocco. Trasforma il complimento in un'abitudine familiare.

I buoni sentimenti crescono nella tua famiglia con la pratica di incoraggiamento e complimenti tra loro e tra le persone con cui interagiscono.

<<< DISCIPLINA POSITIVA I