Brevemente

Intelligenza emotiva nella coppia

Intelligenza emotiva nella coppia

Se vuoi incontrare una persona, non chiedergli cosa pensa ma cosa ama. Sant'Agostino

L'intelligenza emotiva svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della coppia.

Tutte le emozioni hanno alla radice un impulso all'azionee gestire efficacemente questi impulsi è fondamentale. paradossalmente, questo può essere particolarmente difficile in una relazione d'amore, dove ci sono così tante cose in gioco. Le reazioni qui coinvolte raggiungono alcuni dei nostri bisogni più profondi come il fatto di essere amato o sentirsi rispettato. La paura dell'abbandono o dell'essere emotivamente privati ​​è evidente in questo aspetto della nostra vita. Non c'è da stupirsi durante una lotta coniugale agiamo come se fosse in gioco la nostra stessa sopravvivenza.

Circa il 50% dei matrimoni finisce con il divorzio quando i coniugi scoprono tristemente di non aver sposato la persona in cui credevano. Nel primo anno di matrimonio vengono alla luce incompatibilità e problemi individuali dell'intelligenza emotiva e molte coppie non sanno come affrontare questi problemi.

contenuto

  • 1 La cotta
  • 2 L'importanza del corteggiamento
  • 3 Il matrimonio
  • 4 Separazione e divorzio

Innamorarsi

Innamorarsi è un sentimento che nasce spontaneamente e con grande intensità, è quella "strana sensazione" come alcuni la chiamano, che viene mantenuta per un po 'e poi diminuisce. In alcuni casi scompare e in altri diventa amore.

Perché due persone si innamorino ci devono essere determinate circostanze come l'attrazione fisica, che si completano a vicenda intellettualmente, un certo grado di intimità emotiva, approccio e desiderio di stare insieme, tra gli altri. Tuttavia, ci sono casi in cui queste condizioni non sono necessariamente soddisfatte e le persone si innamorano comunque.

Innamorarsi è un'esperienza emotiva molto intensa che porta le persone a essere coinvolte in modo molto profondo. Generalmente questo sentimento si osserva durante l'adolescenza e la fase giovanile, ma alcune persone ripetono lo stesso modello di comportamento per tutta la vita, in cui tutti i pensieri e le idee che hanno dell'altro sono positivi, idealizzati già Tempi quasi irrazionali.

In questa fase, entrambi i membri della coppia Sono estremamente tolleranti l'uno con l'altro, in modo che possano mantenere l'intensità dell'innamoramento. Qualsiasi inconveniente, per quanto grave possa essere, non viene dato importanza perché ciò che conta è il desiderio di essere innamorati e amare l'altro. Si sperimenta una sorta di senso di protezione, basato sulla profonda convinzione di "credere di sapere" ciò che è meglio per l'altro.

Coloro che sono nel periodo dell'innamoramento hanno ideali che sono quasi sempre impossibili da raggiungere, perché iniziano a immaginare una serie di situazioni con il loro partner che di solito non sono reali, ad esempio, "saremo sempre l'uno per l'altro", "cambierà grazie al mio amore", "siamo entrambi come uno" e quindi molti pensieri passano attraverso la mente dell'altro e che quindi, di fronte alla realtà, raramente può essere eseguita.

Pertanto, innamorarsi favorisce e facilita la formazione della coppia, anche se a lungo andare non è tutto così “perfetto”. Sia gli uomini che le donne avvertono impulsi che emettono segnali inconsci (gesti, sguardi, sorrisi, ecc.) Che causano reazioni istantanee in entrambi. È ciò che è definito come amo la chimica.

L'importanza della datazione

Una volta che le persone decidono di formare un partner con intenzione duratura, iniziano quella che chiamiamo la "fase del corteggiamento", che non è altro che un test in cui misurano la loro compatibilità o meno e quali sono le differenze o le somiglianze che uniscono entrambe le persone, tra le altre cose. Misurano persino fino a gradi di complementarità delle loro famiglie, a causa di ciò quando si sposano o si incontrano con il loro partner, lo fanno anche con la loro famiglia.

In questo periodo, gli sposi esprimono interessi e aspettative comuni per il futuro e anche quando non viene stabilito quale sia il momento opportuno per mantenere un corteggiamento, è stato stabilito che i matrimoni il cui partner ha avuto un breve periodo di corteggiamento, tendono più a fallimento. Non così i matrimoni in cui la coppia ha avuto più tempo per incontrarsi nella fase del matrimonio. Tuttavia, la cosa importante in questa fase non è solo amare la persona, ma mantenere con lei un alto livello di comunicazione che ci consente di sapere chi è e se si adatta a ciò che vogliamo E abbiamo bisogno di una coppia.

Scegliere una persona e fare una vita in comune è uno dei le decisioni più importanti nella vita di tutti. Ecco perché, sebbene ci innamoriamo e amiamo il nostro partner, dobbiamo anche razionalizzare se si adatta a ciò che vogliamo e ci siamo chiesti come la persona che ci accompagna nell'arduo compito di consolidare una famiglia.

Matrimonio

Parliamo di matrimonio ma con esso ci riferiamo anche a coppie che vivono senza essere sposate. Ed è che in entrambi i casi richiede molta capacità di gestire le emozioni e superare le diverse fasi della vita. Partecipare non è facile due persone completamente diverse, cresciute con valori, ideali e atteggiamenti diversi e che raggiungono una sana, lunga e duratura convivenza. Uno degli aspetti principali necessari per mantenere una relazione di coppia o matrimoniale è la predisposizione. Avere la vera intenzione e il desiderio di voler essere felici e rendere felice anche il nostro partner.

Un aspetto chiave per un matrimonio a lungo termine con cui lavorare è il empatia. Saper mettersi nei panni dell'altro prima di esprimere giudizi o accuse è un atto di Intelligenza Emotiva chiave per una sana relazione matrimoniale. Se, ad esempio, il coniuge arriva a casa con lo stress e l'ansia dal lavoro, o viceversa, se è stanco di passare molto tempo a occuparsi dell'educazione dei figli, sarebbe illogico aggiungere più legna da ardere al fuoco avviando discussioni o verbalizzando le lamentele sul suo comportamento. . Un atteggiamento empatico sarebbe quello di chiedergli se vuole parlare e offrirgli l'opportunità di avere il suo spazio per alcuni momenti. Se decidi di voler parlare, è meglio ascoltare e dare opinioni positive invece di dare giudizi di valore.

D'altra parte, una buona base per far regnare l'armonia nel matrimonio è anche la compagnia. Le persone hanno diversi modi di vivere e di esprimerlo, oltre ai diversi bisogni ad esso correlati, ma generalmente il matrimonio produce un sentimento molto intensificato al riguardo. La compagnia implica il proprio senso dei limiti personali, fino a che punto si desidera aprirsi a qualcuno e incorporarli nella vita e nelle emozioni più intime. Riflette anche il punto in cui qualcuno può sentire di perdere la propria identità o di essere eclissato dall'altro. Questa, ovviamente, è una questione molto personale. Pertanto, quando due persone non si rendono conto di essere molto diverse l'una dall'altra in questa sezione, una di esse può iniziare a sentirsi soffocata e oppressa, mentre l'altra può sentirsi sola, abbandonata o addirittura non amata.

Separazione e divorzio

Sfortunatamente, separazione e divorzio sono alternative attraverso le quali ogni coppia può passare in qualsiasi momento della propria vita. Sfortunatamente, ci sono circostanze che, a volte, sfuggono al controllo emotivo e razionale degli sposi e la separazione e / o il divorzio, diventano strumenti che possono evitare un male maggiore.

L'esperienza lo dimostra Uno dei primi motivi di divorzio che si pone è che la coppia non si conosceva bene prima di sposarsi. In molte occasioni lo sposo e la sposa, durante la fase prematrimoniale, cercano di far vedere l'altra parte che sono come dovrebbe essere la coppia; e non mostrano come sono realmente. In breve corteggiamento, le coppie non hanno tempo reale per incontrarsi e quando si sposano possono scoprire di averlo fatto con un partner che è lungi dall'essere l'ideale che avevano come dovrebbe essere il loro coniuge.

La maggior parte dei divorzi è preceduta da mesi o addirittura anni di controversie, offese, angoscia, lotte, delusioni e frustrazioni. In primo luogo, le coppie iniziano con mutue provocazioni, con trattamenti e vocaboli ostili ed episodi di urla e abusi verbali o addirittura fisici.

Pertanto, l'intensità del emozioni, il dolore, le offese, il risentimento e altri sentimenti causano un danno profondo nella coppia difficile da recuperare. D'altra parte, se non fatto con sufficiente intelligenza emotiva, la vittimizzazione di i bambini intrappolati nella "battaglia coniugale", producono un deterioramento psicologico nelle menti dei minori, perché i bambini sono intimiditi dalle scene, non sanno cosa fare e si sentono disorientati, indifesi e tristi per la mancanza di controllo dei loro genitori. Inoltre, i genitori tendono a chiedere solidarietà ai propri figli (ognuno dalla loro parte) generando gravi conflitti di decisione.

Successivamente, se la coppia non riesce a gestire i conflitti e inizia un processo di divorzio, iniziano un periodo di confronto per diversi motivi, a causa del risentimento, della rabbia o della divisione della proprietà coniugale. In questa fase l'ostilità si intensifica, il desiderio di danno reciproco. L'odio sorge, l'amarezza e talvolta persino il desiderio di vendetta.

Il problema principale che i bambini hanno quando sorgono separazione o divorzio è che i genitori subiscono una serie di comportamenti totalmente sbagliati nei loro confronti. I genitori non dovrebbero mai mettere i figli come "spie" per informarli di ciò che sta facendo l'altro coniugeo come "messaggeri" per comunicare tra loro. Né dovrebbero presentare reazioni aggressive contro i loro figli per vendicarsi della coppia, né minacciare il coniuge che se avessero divorziato avrebbero arrecato enormi danni ai figli per cercare di evitare la separazione. Le conseguenze di comportamenti inappropriati dei genitori quando divorziano possono causare ansia, paura, insicurezza, sentimenti ambivalenti e diversi disturbi del comportamento. Quindi, se una coppia è in procinto di divorziare, dovrebbero considerare:

  1. Il problema è con il nostro partner, mai con i nostri figli.
  2. L'unico modo in cui i nostri figli non soffrono durante la separazione o il divorzio è che come genitori siamo pienamente consapevoli che dobbiamo spiegare loro chiaramente la situazione e dire loro che, indipendentemente dalla decisione che prendono, entrambi i coniugi continueranno ad amarli e ad aiutarli.
  3. Se non c'è altra scelta che il divorzio, una separazione amichevole è sempre preferibile a un conflitto, per il benessere e la sicurezza dei bambini e della coppia.
  4. È necessario compiere un grande sforzo per superare il risentimento e la rabbia, ma è indispensabile per il bene di tutti.

Non dimenticare di iscriverti a il nostro canale YouTube di psicologia ed educazione

Test correlati
  • Test della personalità
  • Test di autostima
  • Test di compatibilità di coppia
  • Test di conoscenza di sé
  • Test di amicizia
  • Sono innamorato

Video: Coppia felice, come sviluppare l'intelligenza emotiva e far sbocciare l'amore (Giugno 2020).