Informazioni

Disturbo della lettura o dislessia

Disturbo della lettura o dislessia

contenuto

  • 1 Che cos'è la dislessia?
  • 2 Disturbi associati alla dislessia
  • 3 Prevalenza di dislessia
  • 4 Inizio e decorso della dislessia
  • 5 Diagnosi differenziale di dislessia
  • 6 Valutazione della dislessia
  • 7 Dislessia Recovery

Che cos'è la dislessia?

Di solito noto come dislessia, viene presentato come osservazione di un livello di apprendimento della lettura significativamente inferiore alle aspettative per età, intelligenza e livello scolastico della materia, non esclusivamente a causa di deficit sensorialio, nel caso della loro esistenza, la difficoltà di lettura è presentata in misura significativamente maggiore di quanto possa essere giustificato dal deficit. La forma di valutazione per la diagnosi deve essere sempre effettuata individualmente, attraverso l'applicazione di test standardizzati. Inizialmente, si possono osservare difficoltà nell'identificare le lettere o i suoni, ma i soliti errori sono più tardi e di solito consistono in omissioni, distorsioni, sostituzioni o aggiunte di parole o parti di esse. Ci sono anche letture lente, lunghe esitazioni o perdite del luogo in cui stavi leggendo, investimenti di parole in frasi o lettere all'interno di parole. Altri segni nella comprensione della lettura come: incapacità di ricordare ciò che è stato letto, non essere in grado di trarre conclusioni da ciò che è stato letto e ricorrere a conoscenze generali per rispondere a domande su ciò che è stato letto.

Disturbi associati alla dislessia

Molti bambini con Disturbo Disociale, Disturbo Negativista Sfidante, Disturbo da Iperattività da Deficit di Attenzione, Disturbo Depressivo Maggiore e Disturbo Distimico hanno anche disturbi dell'apprendimento, inclusa la dislessia. Alcuni disturbi del linguaggio si verificano durante l'apprendimento. Potrebbero esserci anomalie nell'elaborazione cognitiva (percezione visiva, attenzione o memoria). Il Disturbo del Calcolo e il Disturbo dell'Espressione Scritta si verificano così frequentemente con il Disturbo della Lettura, che quando si parla del suo recupero utilizzeremo lo stesso schema, sia per effettuare la sua valutazione approfondita, su cui procedere successivamente alla progettazione del intervento, come quando si considerano le diverse azioni da intraprendere nel recupero di questi disturbi.

Prevalenza di dislessia

Disturbo della lettura appare in 4 casi su 5 di disturbi dell'apprendimento. Negli Stati Uniti Si stima che Il 4% dei bambini in età scolare ha il Disturbo della Letturaanche se in paesi con criteri diagnostici più rigorosi possono essere cifre inferiori. Dal 60% all'80% dei bambini con diagnosi di Disturbo della Lettura sono ragazzi, anche se possono esserci pregiudizi in queste cifre poiché negli uomini tendono a verificarsi più frequentemente rispetto alle donne i comportamenti distruttivi che di solito si aggiungono a questi disturbi .

Inizio e decorso della dislessia

I sintomi possono essere rilevati in età prescolare, ma di solito non vengono diagnosticati fino all'inizio dell'istruzione di base. Se viene effettuata un'identificazione precoce, la prognosi è buona, sebbene in alcuni casi il disturbo possa durare una vita.

Modello familiare

Si verifica più spesso nei parenti biologici di primo grado.

Diagnosi differenziale di dislessia

Deve essere distinto dalle normali variazioni del rendimento scolastico che si verificano in diversi periodi degli anni scolastici, la sua differenziazione di solito si verifica spontaneamente quando la materia torna ai suoi normali livelli di rendimento. Devono inoltre essere prese in considerazione le condizioni dell'ambiente vitale del soggetto, in modo tale che un ritardo nell'apprendimento non sia confuso con il disturbo, causato da una mancanza di opportunità o da specifici fattori culturali che non valorizzano l'apprendimento della lettura. Prima di fare la diagnosi, dovrebbero escludere possibili disturbi della vista o dell'uditoo se esiste una di queste, deve essere confermato che la difficoltà di imparare a leggere è significativamente maggiore di quanto giustificerebbe l'attuale disturbo sensoriale. La distinzione tra disturbo del calcolo e disturbo dell'espressione scrittaÈ semplice, poiché nel primo c'è difficoltà a leggere i numeri ma non nello svolgere semplici operazioni con essi, e nel secondo non c'è difficoltà a leggere, ma a scrivere la lettura.

Valutazione della dislessia

Colloquio in famiglia

  • Dati fisici
  • Dati psichici
  • Dati ambientali
  • Rapporto o dati della scuola

Esplorazione

Livello mentale

  • Test verbali
  • Test non verbali
  • Test grafici

Livello di insegnamento delle lingue

  • lettura
  • scrittura

Percezione e abilità motorie

  • Schema del corpo
  • lateralità
  • Percezione spazio-temporale

Personalità

  • Test grafici
  • Test costruttivi

Dislessia Recovery

Livello di iniziazione

  • Esercizi di attività mentale: Attenzione e memoria; serialisations; discriminazione
  • Esercizi motori percettivi: Colori; dimensioni; forme; Schema del corpo; simmetria; spazio; temporaneo
  • Esercitazioni linguistiche: Nome oggetti e disegni; Definili mediante l'uso; Descrivere i piatti; Pronuncia i nomi correlati per argomento; Racconta storie e parla con il bambino
  • Esercizi di pre-lettura e pre-scrittura: Scorri i tuoi percorsi; tritato; ho rivisto

Livello elementare

  • Esercizi di attività mentale: Attenzione e memoria; serialisations; discriminazione
  • Esercizi motori percettivi: Colori - Forme - Dimensioni; Schema del corpo; spazio; temporaneo
  • Esercitazioni linguistiche: Definire le cose; Descrivere i piatti; Nomina gli oggetti con la loro situazione spaziale; Stabilire confronti qualitativi; Pronuncia tutti i possibili nomi su un argomento; Dire qualità simili o opposte di nomi specifici; Crea frasi con determinate parole; Racconta storie
  • Esercizi di lettura e scrittura: Riconoscimento e lettura di vocali, cifre e consonanti; Riconoscimento e lettura delle sillabe dirette in ordine di difficoltà; Allenare e leggere sillabe con una? consonante data, di parole di sillabe dirette; Lettura completa delle parole.
  • Taglio di linee rette, curve e disegni schematici; Taglio di linee, curve e disegni; Scrivere vocali, cifre, consonanti, sillabe dirette, formando la parola corrispondente ad un disegno con singole lettere (già realizzate o scritte).

Livello scolastico

  • Esercizi di attività mentale: Disegni seriali di crescente complessità; Attenzione e memoria; Discriminazione.
  • Esercizi motori percettivi: Schema del corpo (diretto e riflesso); Movimento (equilibrio statico, dinamico, calcolo: delle distanze, rilassamento); Spaziale (posizione relativa, orientamento sul piano e in; realtà); Temporaneo (ore in orologi, durata dei giorni, ecc.); Ritmo.
  • Esercitazioni linguistiche: Stimolazione verbale; Definizioni descrittive; opposti; traduzioni; Fluidità verbale; Preparazione di frasi con una, due o tre parole.
  • Esercizi di lettura: Riconoscere e leggere sillabe inverse e composte; Decomporre le parole con lettere e sillabe; Si formerebbe con sillabe inverse e composte; Lettura completa ad alta voce; Lettura silenziosa; Rispetto degli ordini scritti.
  • Esercizi di scrittura: Copia; Dettatura semplice; Piccoli scritti

Livello di rafforzamento

  • Esercizi di attività mentale: Serie di numeri, lettere gradualmente più complesse; Attenzione e memoria (vengono introdotti esercizi uditivi più complessi); Discriminazione.
  • Esercizi motori percettivi: Schema del corpo (attraversamento dell'asse, riflesso, posizioni rispetto a se stessi); Movimento (calcolo delle distanze, bilanciamento statico, dinamico e rilassamento)
  • Esercizi di orientamento spazio-temporale: Grafica (segni con orientamento diverso, copia di figure in griglia, memoria, orientamento in un piano); Sviluppo di figure geometriche; Temporaneo (calendario, orologio, fumetti, calcolo dei periodi di tempo, ritmo); Rapporto tra spazio e tempo.
  • Esercitazioni linguistiche: Definizione di termini astratti; Gestione del dizionario; Fluidità verbale; Sinonimi e contrari; Completa, ordina o fai frasi con variazioni verbali; Conversazione diretta
  • Esercizi di lettura: Separazione delle parole in un paragrafo; Punteggiatura di un testo; Interpretazione delle frasi fatte (modi di dire, detti).
  • Esercizi di scrittura: Scrittura, parole crociate, ecc.